Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Tel/fax+390239810868

mercoledì 28 aprile 2010

Definita la nuova giunta regionale del Lazio


Ecco i nomi della Giunta composta di 13 Assessori (14 Assessorati) rispetto ai 16 precedenti.
Il presidente Renata Polverini ha nominato i seguenti assessori:
Fabio Armeni all’Urbanistica e Territorio;
Francesco Battistoni alle Politiche agricole;
Teodoro Buontempo alla Casa, Tutela dei consumatori e Terzo settore;
Giuseppe Cangemi agli Enti locali e Sicurezza; Stefano Cetica al Bilancio;
Antonio Cicchetti (foto) all’Istruzione e Cultura;
Pietro Di Paoloantonio alle Attività produttive e rifiuti;
Francesco Lollobrigida alla Mobilità e ai Trasporti;
Luca Malcotti alle Infrastrutture e Lavori pubblici;
Marco Mattei all’Ambiente;
Fabiana Santini all’Arte, Sport e Politiche giovanili;
Stefano Zappalà al Turismo e Made in Lazio;
Mariella Zezza al Lavoro, Politiche sociali e Famiglia

sabato 24 aprile 2010

Regione Lazio, Giunta Polverini a breve




Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini dovrà ufficializzare a breve i nomi degli assessori della sua giunta. Dopo il pasticcio liste la cosa non è delle più semplici: c'è da accontentare gli esclusi dal consiglio più o meno di nome. Secondo rumors gli assessori che dovrebbero andare all'ex Forza Italia sono 6: due quote rosa Fabiana Santini, assistente di Scajola, e l'imprenditrice di Latina vicina al deputato Claudio Fazzone, Gina Cetrone. Poi ci sarebbero Pino Cangemi, spinto dal Pdl a Roma Nord fin su a Cesano, quartier generale del quasi sicuro assessore fedele di Gianni Sammarco; Fabio Armeni, Massimiliano Maselli, e Francesco Battistoni di Viterbo.


Negli ex AN ci sono quelli tra le quote dei tre capicorrente Augello (unico nella ex An a schierarsi con Gianfranco Fini nello strappo da Berlusconi), Rampelli, e Alemanno. Al primo dovrebbe andare il quasi certo Bruno Prestagiovanni, già assessore nell'era Storace, e si vocifera un posto in giunta anche per la psicologa assessore al Comune di Roma per le politiche Sociali, Sveva Belviso, che qualora dovesse entrare nella giunta Polverini, lascerebbe il posto a Luca Malcotti, già uomo Ugl Roma, a quanto pare lasciato a secco dalla Polverini. A Rampelli spetterà senza dubbio un assessorato per Francesco Lollobrigida, e probabilmente per il reatino Antonio Cicchetti. Al sindaco Alemanno dovrebbe andare Pietro Di Paolo, compagno di vita della deputata Barbara Saltamartini. Franco Fiorito, sempre quota Alemanno, potrebbe essere il capogruppo Pdl alla Pisana.

Luciano Ciocchetti dell'UDC dovrebbe andare alla vicepresidenza del Consiglio e l'assessorato di Fabio Forte di Frosinone.
In quota Polverini dovrebbe esserci l'assessorato di Mariella Zezza e quello di Olimpia Tarzia. Per la Destra di Storace l'assessorato sarà quasi certamente quello di Teodoro Buontempo.
La presidenza del Consiglio dovrebbe andare invece a Mario Abruzzese, uomo di Alfredo Pallone, anche se nei giorni dopo il voto era ventilato il nome di Francesco Storace, al quale forse sarà impedita la candidatura in questo senso a motivo degli incarichi presso la giunta Alemmano per Roma Capitale.


Destino incerto per gli esclusi come Luigi Celori, Donato Robilotta, Pierpaolo Terranova, Vincenzo Saraceni, Tommaso Luzzi, Enrico Folgori. I quali potranno essere paracadutati nei consigli di amministrazione delle aziende regionali. Nel Pdl ex Forza Italia ci sarebbe tuttavia un pò di mal di pancia nei confronti di Augello, unico dei tre capicorrente romani ad aver preso le parti di Fini nella querelle contro Berlusconi. Il fatto che ad Augello - e quindi a Fini - potrebbero andare ben due assessorati, non garba a coloro che al Circo Massimo hanno visto Berlusconi fare campagna elettorale senza Gianfranco Fini. (L'UNICO)