Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Tel/fax+390239810868

mercoledì 12 gennaio 2011

Regione, scuola: ok da commissione a piano dimensionamento

La commissione Scuola del Consiglio regionale del Lazio ha espresso parere favorevole, con osservazioni e a maggioranza, sul Piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche per l'anno 2011/2012.
Il provvedimento - che riorganizza la rete scolastica delle scuole dell'obbligo e superiori del Lazio - torna ora in Giunta per l'approvazione definitiva. "Il Piano di dimensionamento approvato oggi - ha commentato la presidente della commissione Olimpia Tarzia (Lista Polverini) - dando omogeneità e coerenza all'offerta scolastica, risponde alle esigenze degli studenti e delle famiglie del Lazio.
Sono molto soddisfatta dell'andamento dei lavori: si sono affrontati nodi inevitabili per un territorio complesso come il nostro, ma il clima costruttivo della discussione ci ha permesso di approvare alcune osservazioni da trasmettere alla Giunta".
Hanno espresso voto contrario al parere il vicepresidente della commissione Fabio Nobile (Fds) e i consiglieri Rocco Berardo (Lista Bonino-Pannella) e Bruno Astorre (Pd).
Le linee guida regionali sono state discusse con le province, che hanno formulato le loro proposte, poi è stato poi sentito l'Osservatorio permanente sull'attuazione del piano di dimensionamento e acquisito il parere dell'Ufficio scolastico regionale.
"Questo piano - ha spiegato il direttore della Direzione regionale 'Istruzione, programmazione e offerta scolastica' Rosanna Bellotti - rappresenta un processo di ottimizzazione delle strutture e delle presenze sul territorio: non vengono a mancare punti di offerta, ma vengono effettuati accorpamenti ed attivati indirizzi più adeguati alle prospettive di sviluppo"."Da parte dei territori e delle organizzazioni sindacali ci è stata evidenziata una difficoltà nella costruzione partecipata del documento - ha obiettato Fabio Nobile - inoltre ci sembra che il Piano abbia il solo obiettivo di lavorare sui numeri, con il rischio che alcune scelte non siano dettate da un dimensionamento efficace". Ivano Peduzzi (Fds) ha manifestato dubbi sulla necessità di rivedere il dimensionamento attuato per il 2009-2010.Ampio il dibattito sugli interventi riguardanti la provincia di Frosinone: il consigliere Francesco Scalia (Pd) ha lamentato la mancata acquisizione del parere degli istituti scolastici interessati e ha sottolineato come il piano intervenga su istituti già dimensionati.
In proposito la commissione ha respinto gli emendamenti dell'opposizione firmati da Annamaria Tedeschi (Idv), Rocco Berardo (Lista Bonino-Pannella), Nobile e Scalia (di quest'ultimo è stata, però, approvata con voto unanime la proposta di un nuovo indirizzo per il Liceo "Maccari" di Frosinone). Bruno Astorre (Pd) ha rilevato complessivamente per Roma e provincia un buon lavoro per quanto riguarda gli istituti secondari, ma alcune mancanze per le scuole primarie.E' stata approvata, inoltre, all'unanimità l'osservazione avanzata dalla vicepresidente Chiara Colosimo (Pdl), che ha chiesto di posticipare all'anno scolastico 2012/2013 l'attuazione di interventi per quattro istituti di Ostia (via Mar dei Caraibi, via Quinqueremi, via Capo d'Armi e via Segurana). Sempre con voto unanime sono state approvate le osservazioni relative agli istituti "Piranesi" (per iniziativa di Astorre) e "Buonarroti" (a firma dell'Idv Claudio Bucci e di Astorre) di Roma, nonché agli istituti "Plauto" di Spinaceto (ad iniziativa di Berardo),"Meucci" di Ronciglione (per iniziativa di Nobile) e "Varrone" di Rieti (presentata dai Pd Mario Perilli e Astorre).
Vai all'elenco delle "ora per ora"